top of page

Biografia

Dyana.jpg

Dyana Bovolo è un mezzosoprano italiano. È nata a Lecco ed ha iniziato da bambina a cantare nell’Accademia Santa Cecilia della sua città, poi nel coro Cantate Domino, e successivamente in quello della sua università. Ha compiuto gli studi classici per poi laurearsi con lode alla facoltà di Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano, e si è approcciata allo studio del canto lirico grazie al tenore Carlo Bergonzi, che ne ha riconosciuto le qualità vocali e l’ha incoraggiata a proseguire.

 

Ha dunque studiato privatamente con il soprano Paula Keller Scalera, per poi accedere alla Scuola Civica di Musica C. Abbado di Milano sotto la guida del mezzosoprano Ilia Aramayo e successivamente del baritono Roberto Coviello.

Dal 2017 è seguita nel suo percorso di preparazione vocale ed artistica dal soprano Erika Pagan.

 

Ha ricevuto numerosi premi in concorsi lirici internazionali tra cui il 74° Concorso per giovani cantanti lirici “Comunità europea” organizzato dal Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto, e il concorso di musica sacra “San Colombano”.

Svolge la sua attività concertistica sia nel repertorio da camera che in quello sacro, così come nel repertorio lirico. Ha debuttato con il ruolo di Cherubino ne “Le nozze di Figaro”, che ha interpretato nel Teatro della Società di Lecco, nel Teatro del Casinò di Sanremo, nel Teatro SOMS di Varese, nel Teatro Chiabrera di Savona.

Ha interpretato L’Ostessa nella prima esecuzione in epoca moderna de “La secchia rapita” di J. Burgmein (G. Ricordi) diretta dal M° Aldo Salvagno, presso l’Auditorium di Milano con l’orchestra LaVerdi, evento registrato come world première recording dall’etichetta Dynamic in collaborazione con l’Archivio storico Ricordi.

È stata Agnese ne “I Promessi Sposi” di E. Petrella sotto la direzione del M° Massimiliano Carraro.

Ha interpretato la parte di Maddalena nel “Rigoletto” di G. Verdi sotto la direzione del M° Marco Boemi e la regia di Maria Rosaria Omaggio nel Teatro Grande G. Menotti di Spoleto.

Ha debuttato nel ruolo di Suzuki nella “Madama Butterfly” di G. Puccini sotto la direzione del M° Carlo Palleschi e la regia di Stefano Monti, presso il Teatro Grande G. Menotti di Spoleto e nel teatro Morlacchi di Perugia.

Nel Teatro Caio Melisso di Spoleto ha interpretato il ruolo di Pericca nell’intermezzo “Pericca e Varrone” di A. Scarlatti, diretta dal M° Pierfrancesco Borrelli con la regia di Andrea Stanisci e inoltre il ruolo de Il mezzosoprano nel “Giovanni Sebastiano” di G. Negri.

Ha partecipato attivamente a numerose Masterclass con interpreti e musicisti di chiara fama quali Mariella Devia, Barbara Frittoli, Janet Perry, Donata D’Annunzio Lombardi, Marina Comparato, Roberto De Candia, Marco Boemi, Enza Ferrari, Raffaele Cortesi.

bottom of page